Formazione Animatori/Educatori 2020-21


formazione 2020-21 header

Viaggio nella terra dell’altro, in cammino verso se stessi.

Educatori viandanti, educatori desideranti


iscriviti QUI

tramite modulo google

ATTENZIONE

Consapevoli della grande emergenza che stiamo vivendo, avendo recepito le indicazioni di chi ci governa, animati da senso civico, riteniamo di dover riprogettare in corsa i processi e le azioni dell’anno pastorale.

Il percorso di formazione degli educatori è stato modificato e si svolgerà on line sulla piattaforma Zoom.  

La data di inizio, stabilita per sabato 31 ottobre, è stata posticipata. Le iscrizioni restano aperte fino alle fine di ottobre.


Premessa

L’azione educativa nella società odierna, dove le relazioni si sono fatte “liquide” e il tempo è impregnato di incertezze crescenti, assume un’importanza strategica. Di fronte a un disorientamento esistenziale e progettuale è necessario orientare verso riferimenti capaci di ridare senso alle cose, ancoraggi alla speranza. Il distanziamento fisico, la paura del contagio, l’esperienza della malattia e del dolore, chiedono un ripensamento dei luoghi di incontro e delle prassi educative per un riscatto relazionale e la ricerca di una fede viva che aiuti a stare in questo tempo. C’è bisogno di ricomporre e dare significato ai molteplici frammenti di vita e maturare un sano rapporto con sé stessi, con gli altri, con l’ambiente, con la propria storia, col proprio futuro, con Dio.

Il cristianesimo oggi deve essere sempre più testimoniale e missionario, capace di annunciare con la vita l’amore di Gesù che raggiunge tutti, risana e rimette in piedi. L’azione educativa della comunità ecclesiale, soprattutto verso i ragazzi e i giovani, richiede un’assunzione di responsabilità per accompagnare la vita delle giovani generazioni, forse ancor più fragile, affinché si possa fronteggiare questo tempo con passione ed entusiasmo e coglierne la portata di senso e significato per la crescita umana e di fede. Il viaggio che viene proposto agli educatori ed animatori intende dare rilievo ad un’azione che si forma e dà forma rispetto all’identità personale e alla realizzazione di sé. Questo avverrà all’interno di una dinamica vocazionale che chiama a rispondere alla vita nel quotidiano e nel contesto sociale ed ecclesiale. Gli educatori ed animatori saranno condotti a sviluppare una matura consapevolezza di sé e a progettare itinerari ed esperienze per i loro rispettivi gruppi. Un processo di studio e prassi, dove apprendimento e sperimentazione saranno in tensione dialettica con la vita dell’educatore, la realtà dei ragazzi, l’ambito sociale e tutto sarà all’interno della dinamica salvifica del Vangelo.

Finalità

  • Si tratta di un processo di accompagnamento per permettere alle persone di scoprire, alimentare, obbedire al proprio desiderio profondo (dimensione vocazionale).
  • Presupposto di base è sperimentare in prima persona ciò che vorremmo che i preadolescenti, gli adolescenti, i giovani a noi affidati vivessero: si educa per testimonianza. Educare alla fedeltà del proprio desiderio ci obbliga a scoprire, alimentare e obbedire al nostro.
  • Il percorso vuole dunque essere luogo dove gli educatori intraprendono un piccolo viaggio alla scoperta di sé stessi.
  • Il percorso offrirà inoltre un kit strumentale e metodologico che facilita l’animazione di questo stesso processo nell’accompagnamento dei gruppi.

Destinatari

educatori ed animatori dei gruppi preadolescenti, adolescenti, giovani (divisi in gruppi da max 30 persone)

Metodologia

Il percorso avrà valenza formativa e di laboratorio progettuale.

Si rivolge agli educatori ed animatori in una ottica di crescita personale, riscoperta della propria vocazione educativa e di sviluppo di competenze teoriche e metodologiche di formazione.

Sarà inoltre laboratorio di progettazione del cammino educativo che si svolgerà parallelamente nel corso dell’anno pastorale. Gli educatori coinvolti saranno accompagnati a progettare le azioni educative da proporre ai giovani, adolescenti, preadolescenti e di volta in volta sarà offerta la possibilità di verificare l’andamento delle attività progettate in una dimensione di supervisione di gruppo.

Articolazione del percorso

4 incontri in presenza

8 incontri online

Idee di fondo

Il percorso formativo assumerà come filo narrativo Il racconto dell’isola sconosciuta di Josè Saramago, con riferimento all’antropologia biblica.

Il racconto permetterà di affrontare alcuni nuclei tematici centrali per i giovani, alcune regole grammaticali del divenire, del crescere, del camminare, intendendo la vita come viaggio esodale.

Nuclei tematici

  • La costruzione di una identità che si compone di dimensione corporea, affettiva, sociale, professionale, spirituale.
  • La costruzione di identità come processo di umanizzazione, del divenire pienamente figli. Riconoscere il patrimonio di eredità ricevuto dai genitori e dalle persone di riferimento, per riappropriarsene, trasformandolo, perché diventi dotazione nel viaggio della vita,
  • Rispondere al comandamento siate fecondi partendo, mettendosi in cammino verso il desiderio: attaccare l’aratro alla stella.
  • Sentirsi chiamati a fare una cosa nuova, a realizzare un progetto unico e a cogliere i primi germogli di questa cosa nuova. Osare il proprio percorso originale.
  • Assumere le proprie fragilità, paure, la propria storia impedendo che queste siano zavorra, imprigionino, blocchino il passo.
  • Sperimentare e divenire consapevoli della prospettiva comunitaria. Come sul cammino di Emmaus c’è sempre necessità di esercitare ospitalità verso uno straniero che ti aiuta ad aprire gli occhi.

Iscrizioni